SETTEMBRE 1453

Settembre 1453 Dopo gli anni della politica e della direzione del Banco era giunto, ormai da un po’, il tempo del riposo, della lettura e delle speculazioni filosofiche a lui tanto care. Si era perciò ritirato a Careggi, nella villa ristrutturata da Michelozzo, e qui spendeva la maggior parte del suo miglior tempo.  

settembre Medici Strukul

SETTEMBRE 1436

Settembre 1436 E mentre lui stava lì – Rinaldo degli Albizzi – diseredato da tutti, quella gigantesca palla di lardo – Filippo Maria Visconti – dominava sul Ducato di Milano e aveva il potere di concedergli uomini e armi per cambiare il corso della storia. I Medici, Matteo Strukul

SETTEMBRE 1434

Settembre 1434 Cosimo de’ Medici, per altro, se ne stava tranquillo e ben rimpannucciato in quel di Venezia. Si favoleggiava che dimorasse negli appartamenti del doge Francesco Foscari a discettar d’arte e filosofia, mentre suo fratello Lorenzo espandeva viepiù la rete finanziaria dell’importante filiale veneziana del Banco I Medici, Matteo Strukul

SETTEMBRE 1433

Settembre 1433 “Messer Cosimo de’ Medici” tuonò il capitano delle guardie, “per ordine del Confaloniere di Giustizia la traggo in arresto con l’accusa di attentato alla Repubblica e tirannia. I delitti di cui siete accusato vi verranno imputati con maggior dettaglio, una volta che sarete condotto presso il Palazzo della Signoria dal Gonfaloniere di Giustizia, […]

settembre Medici Strukul

SETTEMBRE 1430

Settembre 1430. In mezzo alla pelle chiara esplodeva, mostruoso, una sorta di bubbone violaceo delle dimensioni di un uovo. Era gonfio e pulsante e in esso pareva annidarsi la morte stessa – peste. I Medici, Matteo Strukul

SETTEMBRE 2013

“Ascoltate questo racconto: ero prigioniero questa volta ad Aleppo, una sosta lungo un incomprensibile, forse infinito viaggio da una prigione all’altra. Non c’erano più le vecchie bandiere nelle strade in quel settembre del 2013, solo lugubri bandiere nere dei nuovi gruppi islamisti. Non so se questa condizione mi costringeva a guardare con occhi nuovi, non […]

Albizzi Firenze Medici

GIUGNO 1440

Schwartz lo conosceva con un gran cospiratore, ma non sapeva quanto vile fosse. E in quei giorni aveva scoperto il peggio del suo precedente signore. Frustrato e deluso dalle molte sconfitte collezionate negli anni, reso insicuro e rabbioso da un’attesa che puzzava di morte annunciata, Albizzi era diventato l’ombra dell’uomo che era stato. Avrebbe fatto […]